Saletta laterale Foto: Elisa Cirillo

Sala 4: La Seta e i Colori

Scatola dei colori: Sebbene nel filatoio Monti venissero prodotti soltanto filati in seta greggia, si è deciso qui di esporre una cassetta contenete diverse sostanze chimiche per la tintura della seta e il fissaggio del colore. 

La tintura può avvenire in due modi, a seconda dell’effetto che si vuole ottenere: in filo o in pezza.
Nella tintura in filo, erano le matasse di filato ad essere direttamente immerse in una soluzione costituita da acqua e una sostanza colorante, di natura tale da venire assorbita e fissata in modo permanente. In questo  i singoli filamenti venivano tinti uniformemente in tutto il loro spessore e non solo in superficie.
Nella tintura in pezza invece ad essere tinto è già il tessuto greggio, dopo essere stato sottoposto a lavaggio (sgommatura) veniva immerso in acqua riscaldata e unita a coloranti (bagno di colore). A seconda dell’intensità del colore o delle successive lavorazioni cui il tessuto dove essere sottoposto, l’immersione poteva essere singola o ripetuta. 

La cassetta contiene 33 bottigliette in vetro, che racchiudono diverse sostanze chimiche coloranti in polvere (cloruro ferrico, cloruro di bario, borato di sodio, ...) ciascuna delle quali, disciolta in acqua, era responsabile di una particolare colorazione.

Scatola dei colori (Foto: Laura Mandelli)

Scatola dei colori (Foto: Laura Mandelli)

Uscite dalla saletta e proseguite alla vostra sinistra, sullo stesso piano.

logo